Consigli per un San Valentino piccante

San Valentino Piccante

Il 14 Febbraio si sa, è la festa degli innamorati.

Quale migliore occasione allora per dedicarsi totalmente al partner…quale momento ideale per stupire il proprio o la propria amata?

Romanticismo e dolcezza la fanno da padrone, ma non scordiamo la passione, l’erotismo!! Si perché la sorpresa può essere un regalo, un dono, una cena inaspettata, ma gradita anche una sorprendente serata un po’ più piccantina della quotidianità.

Vero è che le statistiche parlano chiaro: oltre il 30% delle coppie (1/3) per San Valentino più che ambire a notti bollenti e pasti afrodisiaci desidera romantiche coccole amorose, piuttosto che sesso passionale.

Invertire la tendenza si può…forse bisognerebbe solo stimolare meglio la fantasia e provare a riaccendere l’eros. Sicuramente tra i maggiori bisogni quello di ravvivare il sentimento e di sfuggire alla quotidianità e alla noia della normalità, dedicandosi alla coppia in maniere differenti.

Le relazioni moderne in particolare risentono della freneticità della vita e delle giornate. Si dedicano poco al sesso e sono assorbite dallo stress quotidiano. Questo comporta disequilibri nella coppia, che a lungo andare arriva a scoppiare.

Cosa si può fare per scongiurare tutto questo? Prima di tutto è fondamentale che ognuno individualmente raggiunga un proprio equilibrio psicofisico. Per ambire a una salute di coppia è necessario che ciascun partner sia in sintonia con se stesso. Utile poi creare quelle situazioni che nella quotidianità sfuggono. Predisporre l’ambiente e le condizioni per una intimità da ritrovare. San Valentino non può che essere un’occasione particolare, un momento di dedizione. Ma è in particolare per le Donne a rappresentare un giorno “speciale”, mentre l’uomo lo vive spesso come una “fsatidiosa forzatura”.

Per il gentil sesso San Valentino invece genera talvolta aspettative riguardo una maggiore attenzione da parte del compagno e per una esclusiva serata a due.

Per entrambi dovrebbe certamente rappresentare una opportunità per rivivere attrazioni, coinvolgimento, empatia e sensazioni di affiatamento che nel quotidiano sono accantonati.

Ecco allora che San San Valentino può essere il giorno speciale per sperimentare nuovi giochini. Dedicarsi al sesso il giorno degli innamorati è forse il miglior modo per celebrare l’amore. Ma come si fa a non finire per fare le solite cose e evitare delusione e noia?

Per bandire l’apatia, è necessario quindi sperimentare qualcosa di nuovo, tra le lenzuola…ma non solo, in camera da letto e anche fuori casa!

Si può organizzare un pomeriggio piccante, un aperitivo o una cena speciale, ma anche il dopo pasto dev’essere particolarmente curato.

Alcuni consigli base:

Preliminari:

  • Quelli che stress e stanchezza spesso fanno mettere da parte. Slowly sex, partendo dallo scoprirsi lentamente. Soffermandosi su odori, riattivando l’olfatto, senza dimenticare il gusto. Stimolare tutte le zone erogene del corpo, con mani, lingua, piedi ma non solo. Dedicandosi a quel petting che molto spesso viene lasciato da parte.

Osare:

  • Quello che talvolta per vergogna o pudore non facciamo. M cosa abbiamo da perdere? E allora buttiamoci…Uno spogliarello sexy nell’intimità creata da luci soffuse, profumi di candele e olii essenziali.

Massaggi hot:

  • Con mappa dei punti erogeni alla mano o guidati solo dalla fantasia e dalla voglia. Non potete perdere l’occasione di provare eccitantissimi olii stimolanti, creme e unguenti da massaggio profumanti e super eccitanti. Nella cura del corpo poi, porte aperte alla depilazione totale. Sui genitali liberi e privi di “ostacoli” tattili, soprattutto il sesso orale ne trae grande giovamento. Sulla pelle liscia la lingua scivola agevolmente e il piacere è amplificato dal contatto diretto nell’epidermide ricca di recettori sensoriali. Provate prima a farvi una doccia in compagnia sfregando del sale grosso che favorisce un delicato peeling e aumenta la circolazione, rendendo il corpo altamente sensibile.

Mise sensuale:

  • Per una sera, per quella sera perché non indossare ( per chi non optasse per il total nude sotto la vestaglia ) sexy completini, giarrettiere, reggiseni push up..Via libera al pizzo, alla seta , al raso. Rinnovare la lingerie, abbandonando il mutandone da nonna, almeno per San Valentino è un’idea semplice e facilmente praticabile. Che dire poi di velluto, guanti, body e quanto sul mercato esiste.

Le cose a due:

  • Anche prima di infilarsi sotto le lenzuola. Si può sperimentare un giro per sexy shop o negozietti dell’eros per stuzzicare la passione. Andare in coppia a scegliere sexy toys, manette, video provocanti e altri giochini ravviva fiamma. Parola d’ordine lasciarsi andare alla complicità e alla fantasia

Abbandonarsi fuori dalle mura:

  • Che ne dite di lasciare la comfort zone e testare luoghi nuovi, meno riservati..ad esempio un luogo all’aperto? Una panchina isolata, un edificio in disuso…ma anche la propria auto! Posti alternativi in cui lasciarsi andare a del rigenerante e ringiovanente sesso. Un posto insomma un po’ meno sicuro della propria casa. Una situazione in cui la paura di essere visti, l’imbarazzo del poter essere scoperti…fanno impennare la libido.

Compilation sexy o proiezioni

  • Video hot o scenette da cui poter trarre interessanti ispirazioni. C’è anche chi propone una full immersion di film hard, non necessariamente da vedere..a volte anche il solo sottofondo musicale, o per meglio dire vocale può bastare a far incendiare di piacere. Tra gemiti e ansimazioni, sussurri e sussulti, non è difficile farsi trasportare dalla passione e contagiare dell’eccitazione.

Che dire invece della formula Stop-and-go?

  • trasferire i principi del mondo fitness dell’interval training nell’ambito sesso suggerisce di fermarsi poco prima dell’orgasmo eiaculatorio. Lo suggerisce anche il British Mediacal Journal, che sostiene che la tecnica (consistente nel fermarsi un attimo prima di venire e poi riprendere e riaccelerare co ritmo) permette di intensificare esponenzialmente l’intensità dell’orgasmo.

Sarebbe immenso l’elenco di consigli che possono dispensarsi per favorire l’intimità il giorno di San Valentino.

Siti e blog ne suggeriscono molteplici e tante informazioni si trovano in rete per organizzare una indimenticabile serata Senz’altro un must quello di farsi prendere, o prendere per la gola.

Spazio allora al cibo, non solo alle pietanze a forte vocazione afrodisiaca, ma soprattutto massima libertà nell’utilizzo di alimenti.

Creme, cioccolato da spalmare in ogni punto del corpo per farsi assaporare.

Cospargersi di panna, nei capezzoli, sui genitali…e che dire di assaggi di miele, gelato o di altri dolci spalmabili nel clitoride, nelle grandi e piccole labbra?

Per nutrire con dolcezza il proprio partner affamato di passione? Non c’è dubbio che questo faccia capitolare anche i palati più fini. Paradiso assicurato.

Anche organizzare una cenetta a letto, a lume di candela, può essere un’idea semplice ma al contempo originale e sorprendente per chi di solito non è avezzo a questi rituali.

Il consiglio più spassionato che vogliamo comunque darvi è quello di lasciarsi andare, dimenticando per alcuni momenti le preoccupazioni giornaliere.

Ritrovare se stessi, rimettersi al centro e cambiare le priorità per un giorno, sono i migliori presupposti per vivere una giornata magica volendosi bene e regalando amore. Allora non possiamo che augurarvi sere scintillanti e eros alle stelle, con un pizzico di follia, disinibizione ma anche romanticismo.

Foto di : Isaac Cabezas

Nessun commento

Commenti disattivati