Coppetta mestruale? Scopri come si usa e perché conviene usarla

Coppetta mestruale, perché Conviene?

La coppetta mestruale è una valida alternativa all’utilizzo degli assorbenti igienici femminili.

Nonostante non sia ancora diffusissima, il suo uso potrebbe sostituire e rimpiazzare quello di tamponi e assorbenti tradizionali.

Chi la utilizza ormai da tempo si perde in elogi e tattiche di persuasione con amiche e parenti, perché la ritiene una vera rivoluzione femminile e una svolta nel rapporto con il “compagno fedele “ di ogni mese.

La coppetta è un ottimo alleato delle donne per via della molteplicità di vantaggi che comporta.

Quali sono i prezzi della coppetta mestruale?

E’molto economica, perché il  suo costo si aggira tra i 15 e 35 euro e la sua durata è stimata all’incirca di dieci anni.

Minima la sua  impronta ecologica, infatti non trattandosi di un oggetto usa e getta, non genera rifiuti per tutti gli anni del suo utilizzo, fino a sostituzione.

Assolutamente sostenibile, perché lavabile e appunto riutilizzabile.

E’molto pratica perché di semplice utilizzo, poco ingombrante, molto discreta.

Sono tantissime le aziende produttrici e dunque sul mercato ci sono modelli, colori, dimensioni adatte a ogni esigenza, fisico e età.

Perfetta sin dall’adolescenza, nella maturità e adeguate all’intera vita fertile della donna.

La coppetta mestruale va bene anche per le ragazze vergini?

Utilizzabile anche da donne che non abbiano avuto rapporti sessuali, al netto delle resistenze socio culturali, perché non comporta variazioni fisiche di rilievo.

Da non sottovalutare l’aspetto sicurezza, considerato che si tratta di materiali ipoallergenici e anallergici, risulta essere facilmente tollerabile da chiunque.

La coppetta mestruale da fastidio?

Dal punto di vista igienico la coppetta finisce per essere uno strumento più pulito, meno invasivo per quel che riguarda cattivi odori , fastidiosi pruriti e irritazioni.

Riduce la sensazione che spesso rende le ragazze impacciate durante i giorni del ciclo, perché la coppetta si inserisce all’interno e non lascia alcun segno visibile.

Inoltre rispetto ai tamponi, per i quali sono state riscontrate sindromi da prolungato o scorretto utilizzo, riguardo la coppetta non ci sono state evidenze scientifiche che la sconsiglino.

Quali sono le controindicazioni?

A oggi non è dimostrata alcun tipo di controindicazione o rischio particolare.

Unico importante accorgimento, la pulizia delle mani prima del suo uso e un’accurata sterilizzazione, consistente nella ebollizione per almeno 10 minuti della coppetta stessa.

Inoltre, benché possibile tenerla infilata per ore non specificatamente limitate, sarebbe consigliabile svuotarla e risciacquarla anche solo con acqua corrente, più volte al giorno, per scongiurare completamente l’eventuale rischio del proliferare di batteri.

Come si usa la coppetta mestruale?

La coppetta mestruale, a differenza degli altri sistemi finora utilizzati dalle donne, non ha la funzione di assorbire bensì di “raccogliere” il flusso mestruale.

Si tratta infatti di una piccola coppetta in silicone o TPI, una sorta di imbuto chiuso o di campana, che si inserisce delicatamente in vagina durante il ciclo.

Essa tende a sistemarsi automaticamente seguendo l’anatomia vaginale e della cervice, senza creare normalmente difficoltà o resistenze.

Per facilitare l’uso, esistono inoltre vari tutorial che spiegano esattamente le tecniche di utilizzo e i segreti per la migliore scelta all’acquisto e all’inserimento.

Puoi utilizzare il seguente link per accedere ad alcuni video interessanti su youtube

Diverse sono le tecniche di piegatura che sono indicate nelle istruzioni, per il corretto e semplice inserimento, basta solo fare delle semplici prove e tutto risulterà scorrevole.

Oramai abbastanza reperibile presso farmacie , parafarmacie, negozi di biologico o anche sui vari siti internet dedicati o delle aziende madre.

Generalmente ben accettata dai ginecologi, ognuna può rivolgersi al proprio di fiducia per avere una consulenza o consigli medico sanitari prima della scelta.

Detto ciò, forse non resta che provare e lasciarsi stupire dai vantaggi che comporta.

Foto di: Brooke Cagle

Nessun commento

Commenti disattivati