Chi sono e come nasce il Sex Coaching, di Ilaria Cusano

7 anni di astinenza sessuale: la perversione più grande

Ero convinta di essere sbagliata.

Avevo sempre vissuto, dentro di me, una sessualità debordante: desiderio intenso e frequente, mille fantasie erotiche e un’innocenza che mi faceva credere che realizzarle fosse bello, buono e giusto.

Il mondo non era così d’accordo…

Da giovane mi sono integrata bene, con un certo appagamento. Non era mai pieno, ma poteva andare molto peggio.

Da adulta un disastro: mi sono ritrovata circondata da una stragrande maggioranza di persone sessualmente chiuse, bloccate, vittime di vergogna, umiliazioni e pregiudizi. Una società di esseri “umani” totalmente incapaci di abbracciare la natura umana.

Ho creduto di poter governare questa forza: il desiderio, l’eccitazione, gli impulsi.

È stata una circostanza apparentemente esterna, in realtà, a portarmi all’astinenza sessuale, a 28 anni: il mio ex marito doveva subire un’operazione al pene, dovevamo sacrificarci per un periodo. Un periodo che è diventato 7 anni.

Dentro di me, però, succedeva altro: sentivo di poter controllare Madre Natura nel mio corpo.

È stata la mia perversione più grande, di cui ancora oggi mi vergogno.

Ti servo? Ti sono utile? Allora pagami.

Poi ho imparato. Cose preziosissime, di cui tanta gente ha davvero molto bisogno. Alcuni nemmeno se ne accorgono.

Ma io sì: dopo averle attraversate tutte, e così giovane, riconosco certi bisogni.

Così, con l’ampia esperienza della giovinezza e la profonda maturità della prima età adulta, a 34 anni divorziavo e sessualmente ero ancora giovane, aperta, disinibita, creativa e piena di energia, ma anche parecchio più consapevole, in pace e saggia rispetto alla media delle persone.

Ho cominciato ad avere tanti di quei corteggiatori da non riuscire più a starci dietro. Come le api intorno al miele! Bellissimo essere adorata e ricoperta di regali, complimenti e proposte magnifiche, ma mi era chiaro che si stava muovendo qualcosa di più grande di me.

Sono bella, intelligente e sexy, ma non tanto da giustificare la folla di persone che avevo intorno.

Da più di 10 anni curavo un progetto di Life Coaching Spirituale, creato e gestito da me; iniziavo ad avere dei collaboratori, prendeva vita una vera e propria scuola con delle aree tematiche, perché non farne anche una sulla sessualità?

Cominciai a caricare dei video nel mio canale Youtube, in un’apposita playlist che chiamai Sex Coaching e boom! Il canale letteralmente esplose, e nella mia vita iniziò a succedere di tutto.

Finalmente avevo capito: potevo offrire un servizio. Facevo la specialista della formazione, in fondo: creavo e conducevo percorsi formativi da più di 10 anni.

Perché non occuparmi anche di educazione sessuale per adulti, in un’ottica spirituale? Era evidente che ne avevano disperatamente bisogno.

L’arrivo dell’amore e l’inizio di un lavoro scandaloso

Dal canale Youtube è arrivato anche Luca, il grande amore della mia vita: ha visto i miei video di Sex Coaching e si è innamorato di me. Mi ha corteggiata con le sue lettere e poesie da Londra, dove abitava. Ha fatto gesta eroiche per trasferirsi da me a Padova, in soli 7 giorni. E, caso assurdo ma vero, era tutta la vita che si preparava per fare il Sex Coach!

sex coaching

La realtà supera la fantasia, dicono; beh, è proprio vero!

Finalmente avevo l’uomo giusto al mio fianco: per esprimere chi ero al 100% e poter contare sulla protezione e collaborazione di cui ho bisogno per allenare le persone a fare sesso di un livello superiore.

È questo che facciamo, insieme: io conduco i percorsi di Sex Coaching per le donne, Luca quelli per gli uomini, e insieme portiamo avanti Beyond Tantra, l’area privata e community di Sex Coaching per chi vuole esercitarsi a fare sesso superiore.

L’obiettivo è creare lo spazio di serenità e fiducia necessarie per far sì che le persone riescano a venire, fisicamente, a praticare un sesso di una qualità, spessore e profondità nuovi, sconosciuti. Noi mostriamo come si fa tutto ciò che rende l’unione sessuale potente, mistica e speciale; poi guidiamo le persone a farlo a loro volta.

La ripetizione è la madre delle capacità, si dice; anche nel sesso vale. Prima bisogna sapere come arrivare a certe vette, di altezza e profondità, poi bisogna allenarsi: continuare a ripetere l’atto sessuale in quel modo, che ogni volta cambia ma in cui, però, certi punti fermi restano e si consolidano, fino a diventare la norma.

Quanto lo vuoi?

In pochi abbiamo il coraggio di dirlo, ma di fatto lo pensiamo: si contano sulle punte delle dita di una mano le persone con cui abbiamo vissuto una sessualità entusiasmante. Per molta gente, a mala pena ce n’è stata una, nella vita, di persona così.

Non è normale, anzi: è una realtà tristissima di una società affettivamente deprivata, denutrita, depressa. Mi sono laureata in Sociologia, tanti anni fa, e oggi credo che moltissime tragedie macro abbiano la loro origine in questa vita sessuale deformata, che deforma anche tutto il resto che le si impianta sopra.

Il sesso è la base dell’esistenza, in fondo; da lì nasce tutto.

Allora tutto si risolve in questa unica domanda: quanto lo vuoi?

Quanto vuoi godere della vita, celebrarla, sentirla esplodere come piacere in ogni cellula del tuo corpo?

Diventare capace di lasciarlo succedere, o agevolarlo, potenziarlo anche nell’altro/a?

Quanto vuoi provare l’emozione trascendentale di questo brivido, la gioia di vivere che solo il nutrimento dell’intimità piena e profonda, attraverso il sesso, può donarti?

Se per te, come per me, il gioco vale talmente tanto la candela da AGIRE e ripetutamente, allora meriti di essere felice. Allora sì che sai meritarti la felicità.
In questo caso, aspettiamo anche te in Beyond Tantra 🙂

Foto di: Pablo Heimplatz

Nessun commento

Commenti disattivati